Passa ai contenuti principali

Lui pende dalle mie labbra... il mio amico burrocacao!

Buongiorno/ buon pomeriggio/ buona sera, a seconda di quando leggete! Prima di passare a qualcosa che possiamo farci in casa, vediamo due prodottini facilmente reperibili, non molto costosi e assolutamente non nocivi per le nostre labbra...



Come avrete letto, sono due burrocacao dell'Erbolario, marca molto nota, venduta in erboristeria, che praticamente da sempre produce cosmetici cruelty free (cioè non testati sugli animali). Purtroppo non tutti i prodotti dell'Erbolario sono privi di sostanze più o meno nocive, ma questi due burrocacao sono ottimi dal punto di vista degli ingredienti. Qui si parla di sostanze nocive, non solo per le labbra: http://robeautyconsigli.blogspot.it/2015/01/essere-o-non-essere-naturale-il-dilemma.html


  • Il primo, a sinistra nella foto, viene definito "balsamico" dall'Erbolario perché, oltre ad essere un burrocacao idratante, a base di olio d'oliva, cera carnauba, cera d'api bianca e insaponificabile di olio d'oliva (è una parte dell'olio d'oliva con proprietà emollienti, rassodanti e favoriscono la formazione di collagene nella pelle --> la pelle si rigenera) contiene olio essenziale di melaleuca (altrimenti conosciuto come "tea tree oil", l'olio dell'albero del tè) e olio essenziale di eucalipto, che gli conferiscono proprietà disinfettanti e, appunto, balsamiche (conoscete tutte/i, immagino, l'odore dell'eucalipto). 

[Zoom su questi due oli essenziali:

- melaleuca o tea tree oil (melaleuca alternifolia): è un olio essenziale ottenuto per distillazione dalle foglie di una pianta scoperta da James Cook e dal suo equipaggio quando sbarcarono in Australia. Gli aborigeni australiani utilizzavano la pianta per preparare cataplasmi contro piaghe ed infezioni. Da allora sono conosciute e apprezzate le sue proprietà antisettiche e antibatteriche . Questo olio essenziale è un potente antibatterico a largo spettro  (è efficace contro molti tipi di batteri) e, in cosmetologia, è molto apprezzato per le sue proprietà purificanti e disinfettanti (che lo rendono il nemico perfetto dei brufoli)! Ha un odore molto forte, balsamico e molto particolare, difficile da descrivere. 

- eucalipto (eucalyptus globulus): anche questo olio essenziale si ricava dalle foglie di una pianta originaria dell'Australia e della Tasmania ed è conosciuto come potente antisettico polmonare, è molto efficace contro le affezioni delle vie respiratorie e, come l'olio di tea tree, è antibatterico e si usa per disinfettare oggetti, ambienti e cute, allontana i parassiti e svolge, inoltre, un'azione antisettica e cicatrizzante su infezioni purulente della pelle.]


  • Come potete immaginare, oltre ad idratare le labbra, questo burrocacao può essere anche un valido aiuto contro problemi più o meno stagionali come l'herpes, che è causato da un virus chiamato "herpes simplex", su cui l'olio essenziale di tea tree è efficace. Per esempio, io l'ho preso per questo motivo qualche settimana fa: ho sentito quella terribile sensazione di bruciore e calore che presagisce la comparsa dell'herpes e applicando subito questo stick l'herpes non è comparso (giuro, non ho usato altro!). 


  • Il secondo, quello che nella foto è sulla destra, è definito "vellutante", oltre alla cera d'api e alla cera carnauba, è arricchito da ben quattro burri vegetali: di cacao, di karité, di mango e di illipé. I burri sono lipidi, ovvero i grassi, in forma solida (anche gli oli sono dei lipidi, ma non hanno forma solida, fatta eccezione per quello di cocco, a certe temperature). 
  • Lo zoom su questi burri ce lo lasciamo per altre occasioni perché altrimenti questo post non finirà mai e poi mai e poi perché forse sarà più interessante quando cercheremo gli ingredienti per creare da sole/i il nostro burrocacao. Lo zoom va senz'altro sul fatto che questo burrocacao è davvero molto idratante, ma allo stesso tempo non grasso, non lascia le labbra lucide o oleose e dura a lungo (io la mattina, quando mi sveglio, lo percepisco ancora) e questo è probabilmente dovuto al burro di illipé che è conosciuto per essere un idratante a lunga durata. L'odore è paradisiaco, sa di vaniglia, ma di una vaniglia buona! A me ricorda, in realtà, una candela che avevo da ragazzina e quindi lo trovo un odore molto confortevole e rassicurante. 



Facendo un bilancio ed un riassunto...
Entrambi sono: idratanti, hanno una buona formula e un buon odore, non costano eccessivamente (4,50 € per 4,5 ml --> io li uso entrambi molte volte al giorno da un mese e mezzo e non sono nemmeno a metà...) 
Quello balsamico: lascia le labbra più lucide e dà loro idratazione per meno tempo, è più viscoso, ma ha proprietà disinfettanti che lo rendono indispensabile in casi difficili, come con quel bast***o dell'herpes; il suo odore può non piacere, ma magari qualcuno che odia gli odori dolci lo preferisce;
Quello vellutante: lascia le labbra più opache (molto adatto come base trucco), idrata più a lungo e ha un odore meno particolare, dolce e vanigliato.

A voi la scelta! Se avete domande, non esitate a contattarmi! 

Commenti

  1. Grazie mille Robi dei consigli, provvederò appena finiti i prodotti che ho a comprare il burro cacao numero 2 :) (essendo una grande fan della vaniglia :PPP)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benissimo, Nina!! Sono contenta! Ti piacerà!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Ecobio e discount: prodotti viso e corpo Avenida

Buongiorno! 
Prima di parlare dei cosmetici Avenida, reperibili nei discount Penny Market, un piccolo excursus sul tema cosmetici ecobio e grande distribuzione!

Stop ai prodotti chimici per la tinta! Sì alle ERBE TINTORIE!

Buongiorno o buona sera a tutti/e, a seconda di quando leggerete! 
Andiamo dritti/e al sodo: le tinte tradizionali, non importa se dal parrucchiere o no, normalmente sono piene - anzi, che dico? - stracolme di ingredienti veramente nocivi e anche piuttosto pericolosi. A parte l'ammoniaca, che ormai in molte tinte non c'è, proprio perché molte case cosmetiche hanno rinunciato all'utilizzo di questo ingrediente, troviamo gli orrendi PEG (glicole polietilenico), formaldeide (cancerogena), parafenilendiammina,un potentissimo allergene, metalli pesanti (piombo, per esempio), parabeni e moltissimi altri che non vi sto qui ad elencare perché tanto sarebbero una lunga lista di strani nomi di cui, in realtà, vi basta sapere che sono nocivi. Ma davvero! Fate una cosa, al supermercato, prendete una tinta e cercate alcuni ingredienti sul Biodizionario, poi mi dite... Quiho trovato un articolo interessante che fa riferimento anche alla normativa europea.

OrangeCoffee Cleansing Mask (e non solo) di Terre Verdi: per luminosi bambini della luna.../OrangeCoffee Cleansing Mask (and more) by Terre Verdi: for glowing Moon children...

*English version below*

Alcuni mesi fa ho avuto la possibilità di provare Terre Verdi e anche di scegliere i prodotti che pensavo potessero fare al caso mio. Per questo sono molto grata ad Alessandra, la fondatrice di questo brand, e ad Habanero Angelica, che ha raccontato ad Alessandra di me e del mio blog.
Terre Verdi è un brand britannico di nascita, ma con un cuore siciliano. Sì, perché Alessandra è nata e cresciuta in Sicilia, sebbene si sia trasferita negli Stati Uniti quando era adolescente e si sia poi spostata a Londra, dove vive tuttora. Terre Verdi trae ispirazione dalle origini di Alessandra: la sua famiglia e la sua terra natia. Il nome e il logo del brand (lo stemma della famiglia di Alessandra) mettono in luce questa profonda connessione con le radici di Alessandra e la sua intenzione di condividerle con ogni cliente che sceglie Terre Verdi.

Nella maggior parte dei casi gli ingredienti utilizzati nei prodotti, tutti selezionati con attenzione da Alessandra, portano con sé…