Passa ai contenuti principali

Latte detergente di Emporio Natura: per faccini belli puliti!

Ben trovati/e! 
Oggi trova spazio sul mio blogghino (ormai, lo ammetto, un po' trascurato) un prodotto di Emporio Natura, un marchio di cui vi ho già parlato, e precisamente il loro latte detergente! 
Se non sapete ancora nulla di questo marchio, creato da Roberta, la titolare di una bioprofumeria a Parma, vi invito a leggere il mio articolo in merito, lo trovate qui. Intanto, se volete dare un'occhiata al sito della bioprofumeria, che vende molti altri marchi interessanti, eccovi il link




I prodotti che ho provato finora mi sono piaciuti moltissimo. Nel caso del latte corpo Latte di Venere (profumazione "dolce") ho anche comprato il prodotto dopo averlo provato come campioncino. 

Quando Roberta mi mandò i campioncini di alcuni prodotti del marchio abbondò con le bustine di questo latte detergente alla bardana e violetta e ho avuto, dunque, modo di usarlo per svariate applicazioni (primo punto a favore del prodotto: ogni campioncino mi è bastato per struccarmi circa 3 volte, calcolate voi quanto poco ne serve e quanto durerebbe quindi un flacone full-size da 250 ml).

Leggiamo, intanto, la descrizione del prodotto che si trova nella scheda prodotto sul sito, qui


"Detergente viso a base di latte vaccino, bardana e violetta (proprietà depurative), con estratto di semi di pompelmo ad azione igienizzate e con salvia, lavanda, menta, verbena, Tulsi (erba Ayurvedica attiva contro le infezioni della pelle, schiarente per le macchie, utile per psoriasi ed eczemi) e acido ialuronico. Ideale sia per pelli secche che grasse/acneiche, data la sua straordinaria formula bilanciata."


[Premettiamo subito, amici vegani, che questo prodotto non è adatto a voi naturalmente.]
Il prodotto vanta la presenza del latte vaccino   in formula (dalle proprietà idratanti e nutrienti) e dell'olio di mandorla (altrettanto nutriente). 
Può essere, inoltre, definito un concentrato di estratti vegetali davvero efficaci (e, aggiungo io, non tanto comuni nei latte detergente in commercio, anche nel mondo ecobio).  La viola e la bardana (presenti in formula come estratti), insieme alla menta (in due varietà, menta piperita e menta viridis), il basilico, la verbena, la lavanda e la salvia (tutti contenuti nel prodotto sotto forma di olio essenziale) sono piante dalle grandi proprietà purificanti e sebo-equilibranti e aiutano, quindi, a combattere gli inestetismi della pelle impura/mista, e grassa. L'estratto di semi di pompelmo completa l'azione purificante. Il tulsi, poi, ha una azione altrettanto importante, perché può contribuire a lenire fastidi legati ad infezioni della pelle e ha proprietà schiarenti per le macchie (chi non ha qualche macchiolina causata dai brufoli?). 
L'acido ialuronico, sebbene presente in piccole quantità, sicuramente contribuisce a creare una formula completa ed efficace, formula che, per altro, è adatta anche a pelli secche (il latte infatti risulta molto idratante, ma assolutamente non grasso e, nel mio caso, nemmeno comedogeno). 

Sempre nella descrizione presente sul sito, si legge: 

"Deterge e purifica il viso in profondità lasciando una notevole idratazione grazie alla sua composizione esclusiva. Elimina anche il trucco waterproof. Se massaggiato sulla pelle, agisce come maschera idratante."

E io non posso che essere d'accordo: l'effetto purificante è percepibile, la pelle dopo l'utilizzo è pulita e fresca, l'azione detergente è buona, io non uso trucco waterproof, ma uso trucchi che sono comunque più difficili da rimuovere di altri e non ho avuto alcuna difficoltà con questo latte detergente. L'ho usato solo una volta come maschera idratante e l'effetto è stato piacevole: il normale effetto del latte detergente semplicemente amplificato. Non pizzica, non brucia (nemmeno sugli occhi) e non lascia la pelle secca dopo l'utilizzo. Per quanto riguarda l'azione schiarente del tulsi, sinceramente non saprei cosa dire: non ho macchie problematiche ultimamente e ad ogni modo non l'ho usato a sufficienza per rendermi conto della sua efficacia in questo senso, però gli darei fiducia! 

La consistenza, come potete vedere, è abbastanza cremosa, densa (non è un latte detergente liquido, di quelli che sfugge nelle mani per riversarsi nel lavandino accompagnato dalle maledizioni dell'utilizzatrice). Io preferisco questo tipo di prodotto anche perché trovo che strucchi meglio (sarà una fissazione?). 


L'odore è erbaceo, un po' pungente, sulle prime non mi piaceva molto, ma mi ci sono abituata e ho imparato ad isolare l'aroma principale che mi piace: la menta. Direi che si sente, appunto, soprattutto la menta, seguita dal basilico (non male, d'estate magari tiene anche lontane le diaboliche succhiatrici di sangue). 

Potete acquistare la confezione da 250 ml a 14,90 € (come vi dicevo, ne basta poco per ogni utilizzo e credo che il prezzo sia assolutamente onesto). Io lo acquisterei! Vi rimetto qui il link alla pagina del prodotto, nel caso ve lo siate persi sopra e vogliate acquistare il prodotto o saperne di più. 



Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Ecobio e discount: prodotti viso e corpo Avenida

Buongiorno! 
Prima di parlare dei cosmetici Avenida, reperibili nei discount Penny Market, un piccolo excursus sul tema cosmetici ecobio e grande distribuzione!

The Lipstick Chronicle I - Nouveau Cosmetics

Da un po' penso all'idea di creare una specie di rubrica sul mio blog e alla fine mi son fatta venire in mente qualcosa che mi piace molto: i rossetti! Ed ecco qui il primo articolo di questa rubrica! 

I have thought for a while to create a sort of column on my blog and in the end I came up with a topic I really like: lipsticks! So here comes the first article belonging to this column! 


Attraverso lo specchio e quello che Roberta vi trovò: Mirodìa Cosmesi Natural / Through the Looking-Glass, and what Roberta found there: Mirodìa Natural Cosmetics

*English version below*


Il laboratorio dello specchio
“Dopo un altro momento Alice era dall'altra parte del vetro; con un salto leggero atterrò nella stanza dello Specchio […] Poi cominciò a guardarsi intorno, e notò che quanto poteva vedere della vecchia stanza era affatto comune e poco interessante, ma che tutto il resto era così diverso che di più non sarebbe stato possibile.” (dalla traduzione di “Attraverso lo specchio e quello che Alice vi trovò” di Masolino D'Amico)