Passa ai contenuti principali

Inno alla lentezza: una beauty routine / Hymn to Slowness: a beauty routine


*English version below*

Non si dovrebbe mai aver bisogno di una scusa per concedersi un momento di cura di sé stessi, ma a volte i ritmi frenetici o una semplice dimenticanza possono rendere la nostra routine di bellezza alquanto sciatta, privandola di alcuni passaggi importanti e di un aspetto essenziale: la lentezza.

Citando le bellissime parole scelte dallo scrittore ceco Milan Kundera nel suo romanzo La Lentezza:

Il grado di lentezza è direttamente proporzionale all'intensità della memoria, il grado di velocità è direttamente proporzionale all'intensità dell'oblio.


Sabato scorso, dunque, nel tardo pomeriggio, mi sono presa del tempo per staccare la spina e farmi una bella doccia e dedicarmi una completa routine di bellezza casalinga. Vediamo cosa ho scelto per farlo. 
N.B. Non si tratta di recensioni vere e proprie, piuttosto di riflessioni.

Non ero truccata, ma avevo trascorso la mattina fuori e avevo abbracciato il mio cane Steel (al quale non importa molto se il suo pelo sfiora la pupù degli altri cani...) e il gatto del mio ragazzo (un tigrato di nome Leo – il gatto, non il ragazzo – al quale non importa ricoprirsi di povere mentre scava febbrilmente nella lettiera), dunque, naturalmente ho iniziato con una detersione accurata in due passaggi. Non sono poi una grande fan di quello che viene definito “double-cleansing” in inglese, cioè una detersione in due step appunto, ma ho notato che alla mia pelle piace molto essere massaggiata con un prodotto anidro (= senza acqua) e poi lavata con altro (come una mousse o un latte detergente).
Stavolta ho scelto, per il primo passaggio della fase di detersione, il Balm With Oregon Grape (balsamo con maonia o mahonia – il nome scientifico è mahonia aquifolium) di Herbfarmacy.
Se non conoscete questa marca, beh dovreste rimediare, soprattutto per i suoi balsami che sono eccellenti (ce n'è uno per ogni esigenza e preferenza). Nella campagna dell'Herefordshire, in Inghilterra, Herbfarmacy coltiva lentamente (vedete, la lentezza è tutto) le proprie piante e procede con la raccolta manuale per poi preparare i propri prodotti per viso e corpo totalmente naturali. Si tratta di una marca che ho scoperto su Love Lula un po' di tempo fa e da allora ho provato il loro Mallow Beauty Balm (balsamo di bellezza all'altea), il loro Rescue Balm (si potrebbe rendere in italiano come balsamo di salvezza, ma suona decisamente male: si tratta di un balsamo da utilizzare in caso di pelle compromessa) – ho finito entrambi prima ancora di poterli fotografare, dunque vi lascio immaginare se mi sono piaciuti – il loro Lip Nurse Balm (un balsamo labbra altamente curativo) e il loro Muscle Balm (balsamo per i muscoli). Ora sto provando anche il loro scrub viso, di cui vi parlerò.

Questo balsamo, il cui ingrediente principale è appunto l'estratto della radice di maonia, è un soffice balsamo privo di acqua, semi-trasparente, verdino, arricchito con estratti di stellaria media (altrimenti detto centocchio, in italiano), uno degli ingredienti più usati dal brand, e di calendula, oltre che con olio essenziale di camomilla romana, si tratta di un balsamo adatto a pelle con problemi come psoriasi ed eczema. Non si tratta di un prodotto eccessivamente nutriente o oleoso ed è, dunque, perfetto per tutti i tipi di pelle, direi (contiene olio di jojoba e di girasole, cera d'api e burro di karitè). L'ho usato come balsamo detergente questa volta, ma ovviamente lo utilizzato anche sulla pelle secca o che prude. L'ho massaggiato delicatamente su tutto il viso (anche sul contorno occhi) e poi l'ho rimosso con l'aiuto del mio fidato panno in mussola.

Il mio panno di mussola di Pai Skincare, un'altra marca britannica di grande qualità che crea prodotti incredibili per ogni tipologia di pelle, ma soprattutto per la pelle problematica. Ho trovato tre diversi panni in mussola finora e il mio preferito è senz'altro questo di Pai: esfolia in profondità, ma non è aggressivo e poi dura una vita, lo utilizzo da due anni ormai. Suggerimento: se lo acquistate, provatelo sulle labbra, al posto dello scrub, e rimarrete basiti, è meglio della maggior parte degli esfolianti per le labbra che si trovano in giro!
Dopo aver rimosso il Balm With Oregon Grape, sono andata avanti con un altro prodotto stupefacente che ho la fortuna di provare prima ancora che venga messo in vendita: Radiance Face Cleanser & Mask di Mono Naturoils (detergente & maschera “radiosità”).
Se mi seguite su Instagram (se non lo fate, mi trovate come beauty.ro lì!), avrete sicuramente letto questo nome perché parlo spesso di questa fantastica farmacia botanica dei giorni nostri (come amano auto-definirsi), di cui mi sono innamorata. Al loro cottage nella campagna inglese, dove la loro bambina Amelie può raccogliere i mirtilli e il loro cane Gus può correre e odorare cose in giro, la dolce Tracy e Kevin, suo marito, formulano i loro prodotti e li preparano amorevolmente con le loro mani, rendendo così ogni prodotto speciale e artigianale. Ho vinto il loro Radiance Facial Oil (leggete più giù) grazie ad un giveaway e Tracy è stata così carina da inserire nel pacco anche questa maschera e altri tesori che ho potuto provare.

Parlerò di questo prodotto, probabilmente quando verrà messo in vendita, in una recensione a parte, ma nel frattempo posso dire che i suoi ingredienti favolosi, come – per dirne solo alcuni – l'argilla rosa, detossinante ed esfoliante, la polvere di petali di rosa, lenitiva e nutriente e la polvere grezza di cacao, la polvere di maca rossa e la polvere di ginkgo biloba, con un effetto rigenerante, lavorano in sinergia per rendere la pelle veramente radiosa dopo aver utilizzato la maschera. Dovrebbe essere sia una maschera che un detergente e io, infatti, lo uso in entrambi i modi. Stavolta l'ho usato come detergente: ho messo un po' di prodotto nel palmo della mano, ho aggiunto qualche goccia di acqua tiepida e ho mescolato fino ad ottenere una consistenza morbida, ma che presenta tuttavia dei granuli (è in ogni caso un prodotto facile da massaggiare). Durante il massaggio, questo prodototto esfolia anche, delicatamente. In questa occasione, anziché lasciarla agire come una maschera, l'ho tolta con il panno in mussola. La pelle non risulta mai secca dopo aver usato Radiance Cleanser & Mask, sia che venga usata come detergente che come maschera.

Dopo aver rimosso questo prodotto, mi sono fatta la doccia perché volevo rendere la pelle morbida e predisporla ai trattamenti successivi (e anche perché dovevo lavarmi i capelli!). Ma farsi la doccia può causare arrossamenti se si ha una pelle sensibile/reattiva. L'acqua bollente/calda tende a seccare la pelle e, dilatando i vasi sanguigni, a rendere più visibili i capillari. In primo luogo, non bisogna mai lavarsi con acqua troppo calda perché non fa bene a nessuno. Se, tuttavia, amate farvi la doccia calda/il bagno caldo, potete proteggere la pelle prima di esporla al calore. Come?
Per caso ho scoperto che il Sensitive Facial Oil di Mono (olio viso per pelle sensibile) – uno dei piccoli tesori che Tracy aveva messo nel mio pacchetto – tampona meravigliosamente l'effetto del calore e protegge la pelle. L'ho scoperto perché una volta avevo applicato l'olio per farmi un veloce massaggino al viso, senza particolari ragioni, e mezz'ora dopo ho deciso di farmi la doccia. Dopo la doccia, mi sono resa conto che la pelle del viso era meno rossa e secca del solito: in quell'occasione non ho nemmeno dovuto applicare subito una crema idratante o un idrolato, una volta fuori dalla vasca. Vi dirò di più su quest'olio perché per ora non sono ancora sicura di sapere quale ingrediente (o quali ingredienti) rendano questo possibile. Fino ad allora, le persone con la pelle sensibile e reattiva, specie alle fragranze dovrebbe prendere in considerazione l'acquisto di questo olio perché, a prescindere dalle proprietà lenitive, non contiene oli essenziali (perfetto, dunque, anche per donne in dolce attesa o che allattano)!
Una volta messo piede fuori dalla vasca – cercando di non scivolare nelle pozzanghere che avevo fatto durante la doccia – ho cominciato a mescolare gli ingredienti per una eccellente maschera viso.
Ho scelto la OrangeCoffee Cleansing Mask di Terre Verdi (maschera detergente arancia e caffè). Si apre lo splendido vasetto in vetro scuro, decorato con il nome della marca e il logo (che rappresenta lo stemma della famiglia di Alessandra, la fondatrice del brand), entrambi dorati, oltre alle informazioni sul prodotto, e si capisce che il nome descrive perfettamente il contenuto: la fragranza che si percepisce è un esatto mix di arancia e caffè, non come una spruzzata di arancia in una tazza di caffè o una fetta d'arancia con un po' di polvere di caffè sopra – si percepiscono chiaramente entrambe le fragranze, ma sono intrecciate, in qualche modo, e nessuna delle due è eccessiva. 
Ho mescolato la polvere con qualche goccia di acqua calda e due gocce di Seahorse Plankton High Definition Facial Oil di Beauty Kitchen (fra un momento ne parliamo), ma in realtà non importa con cosa mescoliate la maschera di Terre Verdi. Una volta applicata sembra pesto di noci (se non l'avete mai assaggiato, procuratevi la ricetta e preparatelo!), ha una consistenza omogenea e liscia (è la seconda cosa che mi ha colpita dopo la fragranza): questa maschera sembra velluto semi-liquido! Si secca piuttosto velocemente e la rimuovo prima che si secchi del tutto (per la pelle normale e secca è meglio) – il caffè, antiossidante, il ghassoul, purificante, l'amido di mais (non così comune nelle maschere viso, è un'ottima scelta, assorbe il sebo e credo che sia anche responsabile, in parte, della texture così vellutata) e l'olio essenziale di arancio fanno molto bene alla pelle – per quanto ho potuto constatare finora (vi dirò di più naturalmente quando l'avrò utilizzata per più tempo).
Il Seahorse Plankton High Definition Facial Oil (olio “alta definizione” a base di plancton dei cavallucci marini), dicevamo...
Beauty Kitchen è un'altra marca britannica (proveniente dall'incantevole Scozia – dalla movimentata Glasgow, più precisamente), di cui avrete probabilmente sentito parlare nei miei post, che apprezzo molto. Fra qualche giorno vorrei postare la recensione della crema idratante della stessa linea di questo olio e saprete di più su Beauty Kitchen. Intanto posso dirvi che sono un'azienda davvero virtuosa che vanta una marea di prodotti eccellenti, che meritano di essere nel vostro armadietto del bagno oppure sul vostro comodino.
Questo olio è ricco di oli essenziali con ottime proprietà come quello di angelica, di magnolia, di elicriso, di bergamotto, per elencarne alcuni, oltre che l'estratto di laminaria digitata (un'alga), e il protagonista ovvero il plancton dei cavallucci marini (tranquilli, nessun cavalluccio marino ha sofferto la fame o è stato maltrattato – al contrario, Beauty Kitchen li aiuta donando parte del ricavato ad una associazione che si occupa di proteggere queste fantastiche creaturine). Si tratta di un ottimo olio che rimpolpa la pelle, la rende più luminosa e liscia e io lo amo da solo e, come in questo caso, come ingrediente da aggiungere a maschere viso/detergenti in polvere, in modo da renderli più nutrienti e ancora più potenti.
Dopo aver rimosso la OrgangeCoffee Cleansing Mask + Seahorse Plankton High Definition Facial Oil, mi sono asciugata il viso con un asciugamano soffice (ne ho uno carino, da ragazza proprio, con un bel bordo di merletto) e sono passata allo step successivo della routine.
Ho preso il tubetto da 10 ml dell'Instant Lifting Eye Contour di Bella Aura Skincare (contorno occhi lifting istantaneo) che, però, dura ormai da un mese e mezzo – e, credetemi, non uso i prodotti con parsimonia!
I prodotti di Bella Aura sono pensati per essere multifunzione e per evitare alle persone di utilizzare una marea di prodotti diversi, un atteggiamento che può essere controproducente: Yasmine, la fantastica donna che ha creato il brand, in passato ha avuto problemi alla pelle che non si risolvevano con nessun trattamento, e ne ha provati tanti, e così alla fine ha deciso di sviluppare la sua linea cosmetica, perseguendo l'idea del “less is more” (letteralmente “meno è di più”, espressione che sta a significare, in questo caso, che meno si prodotti si usano e meglio è).

Questa crema contorno occhi non fa eccezione: funziona benissimo sia come crema giorno/base per il trucco che come crema notte, infatti l'ho usata sia di mattina che di sera. Così come le altre emulsioni della linea, si può definire come “serum in a cream” ovvero un siero nella texture di una crema/che si trasforma in crema – direi, con uno giro di parole un po' strano, che hanno l'aspetto di creme, sulla pelle sembrano sieri, ma agiscono come un mix dei due pur essendo leggere come sieri. Parlerò senz'altro di questo e degli altri prodotti di Bella Aura in una recensione a parte, ma per ora posso dirvi che si tratta di cosmetici che, con le loro caratteristiche, aiutano davvero a rivelare la vostra Aura – a partire dalla loro fragranza, un'esplosione di gioia – dico sempre che se il paradiso dovesse profumare di qualcosa il neroli sarebbe senz'altro un'ottima scelta!

Ho massaggiato l'Instant Lifting Eye Contour sul contorno occhi e poi ho picchiettato sul viso il panno in mussola che avevo precedentemente sciacquato con l'acqua su tutto il viso tranne che sul contorno occhi, ovviamente.
Sulla pelle umida ho massaggiato tre gocce di Radiance Facial Oil di Mono (olio viso “radiosità”). Come ho detto prima, ho vinto un giveaway organizzato da Mono e questo olio era il premio. Ci è voluto un po' prima che lo aprissi (avevo altri prodotti aperti da terminare e di recente ho iniziato a stare più attenta e ad evitare di aprirne troppi contemporaneamente), ma l'attesa mi ha più che ripagata – presto mi ritroverò a pensare a lui e a cantare a in modo stonato It must have been love, but it's over nooowww, it was all that I wanted, now I'm living without, facendo arrossire i Roxette – ok, fine del momento folle. A differenza del Sensitive Facial Oil, questo olio contiene oli essenziali – di neroli e di sandalo, lenitivi e che mettono di buon umore, di geranio, tonificante, e di rosmarino, rivitalizzante – anche se la loro presenza non compromette la delicatezza dell'olio sulla pelle.
Il prodotto contiene diversi oli ed estratti vegetali che non deluderanno nessun tipo di pelle: l'olio di camelia e di moringa sono antiossidanti e donano luminosità alla pelle, lo squalene ottenuto dalle olive ha proprietà anti-età, anche l'olio di argan e l'estratto CO2 di rosa canina sono potenti antiossidanti e aiutano a rigenerare la pelle, gli oli di jojoba e di vinaccioli sono leggeri ma nutrienti al tempo stesso.


************** English Version **************


One should never need an excuse to indulge in self care but sometimes hectic rhytms or simply forgetfulness make our beauty routine pretty slovenly, depriving it of some important steps and of something essential: slowness.

As the Czech writer Milan Kunedera beautifully put it in his novel Slowness

The degree of slowness is directly proportional to the intensity of memory; the degree of speed is directly proportional to the intensity of forgetting.


So last Saturday, late in the afternoon, I took the time to switch off and take a shower and treat myself to a complete home-made beauty routine. Let's see what I chose to do this.

Note: these are not full reviews, they're rather musings.

I wasn't wearing any makeup but I had been out in the morning and I had hugged my dog Steel (who doesn't care much if his fur gets in contact with other dogs' poo...) and my boyfriend's cat Leo (who doesn't care much of covering himself with dust while frantically digging in his litter), so of course I began with a thorough cleanse in two steps. Not that I'm a huge fan of double-cleansing but I've noticed that my skin particularly enjoys being massaged with an anhydrous product (= water-free) first and then washed with something else (like a cleansing foam or milk).
This time I chose, as a first step for the cleansing phase, Balm With Oregon Grape by Herbfarmacy.
If you don't know this brand, well you should do something about it, especially for its great balms (there's one for any need and taste). In the countryside in Hereforshire they slowly (you see, slowness is everything) grow their plants and hand-pick them to prepare their totally green skincare and bodycare products. I discovered this brand on Love Lula some time ago and since then I've tried their Mallow Beauty Balm, their Skin Rescue Balm (I finished these two even before I could take pictures of them!), their Lip Nurse Balm and their Muscle Balm. Now I'm also using their facial exfoliator and I'll tell you about it.

This balm, whose star ingredient is the Oregon Grape (mahonia aquiloflium) root extract, is a soft, semi-transparent, greenish anhydrous cream enriched with chickweed (one of Herbfarmacy's most used ingredients) and calendula extracts, and Roman chamomille essential oil, suitable for skin affected by eczema and psoriasis. The balm is not too nourishing nor too oily so it's perfect for all skin types, I'd say (it's made with sunflower and jojoba oil, beeswax and shea butter). I used it as a cleansing balm this time but of course I also use it on dry, itchy or cracked skin. I gently massaged it all over my face (eye contour included) and then rinsed it with the aid of my trusted muslin cloth.

My muslin cloth is by Pai Skincare, another great British brand, which creates incredible products for every skin type but especially for problem skin. I've tried three muslin cloths up to now and my favorite is definetely this one: it deeply exfoliates without being too harsh and it lasts forever, I've used it for two years now. Hint: if you buy it, try it on your lips and you will be astonished, it's better than most lip scrubs out there!
After removing the Balm With Oregon Grape, I went on with an astounding product that I am lucky enough to try before it is even lauched on the market: the Radiance Face Cleanser & Mask by Mono Naturoils.
If you follow me on Instagram (if you don't, I'm beauty.ro there!) you will have read this name for sure because I've often talked about this stunning modern day botanical apothecary, which I fell in love with. At their cottage in the English countryside, where their child Amelie can pick blackberries and their dog Gus can smell things around, lovely Tracy and Kevin, her husband, formulate their products and lovingly handcraft each of them, making every prodcut special and artisanal. I won their Radiance Facial Oil (read below) thanks to a giveaway and Tracy was so kind to include this mask and other goodies for me to try. 

I will describe this mask in depth in a separate review, probably when the mask is lauched on the market, but in the meanwhile I can say that its stunning ingredients, like – to name a few – detoxifying and exfoliating French pink clay, soothing rose petal powder and nourishing and regenerating raw cacao, red maca and ginkgo biloba powder all work in synergy to make skin really radiant after use. This time I used it as a cleanser: in the palm of my hand I added a little scoop of the Radiance Mask and some drops of lukewarm water, and mixed to get a gritty paste, which is nevertheless easy to apply and massage. While I massage it, it gently exfoliates. This time instead of leaving it on my face for a while, I removed it with the muslin cloth. The skin is never dry after using this product, either if I use it as a cleanser or as a mask.

After removing Mono's Radiance Face Cleanser & Mask, I took a shower because I wanted my skin to become softer for the following treatments (and also because I had to wash my hair!). But showering can trigger redness when it comes to sensitive/reactive skin. Warm/hot water tend to dry skin and, being vasodilator, to make blood vessels much more visible. First of all, never wash youselves with too warm water because it's not good for anybody. But if you enjoy taking a warm shower/bath, you can protect your skin before exposing it to warm temperatures. How?
By chance I discovered that Mono's Sensitive Facial Oil (one of the goodies in travel size Tracy included in my parcel, as I mentioned before) wonderfully buffers warmth and protects skin. I discovered it because once I had applied it just to give myself a quick facial for no special reason and after half an hour I had decided to take a shower. After showering I noticed that my skin was much less red and dry than usual: on that occasion I didn't need to immediately apply a moisturizer or a hydrosol once I was out of the bathtub. I will tell you more about it because now I'm not sure about the ingredient(s) in the oil that makes this possible yet. Until then, people with sensitive skin and prone to reactions to frangrances should consider having this in their stash because, despite being soothing, it does not contain essential oils (perfect for pregnant or breastfeeding women too)!
As soon as I stepped out of the bathtub – trying not to slip on the puddles I had made while showering – I began mixing the ingredients for a great facial mask.
I chose Terre Verdi's OrangeCoffee Cleansing Mask. When opening the exquisite dark glass jar decorated with the name of the product and other information, plus the golden writing “Terre Verdi” and its logo, which represents Alessandra's (the founder) family crest, one realizes that the name of the product perfectly describes it: the fragrance that can be perceived is an exact mix of orange and coffee, not like a cup of coffee with a spritz of orange juice in it or a slice of orange with coffee powder on it – both fragrances are clearly perceivable but they are somewhat entangled and none of the two is overwhelming. 
I mixed the powder with some drops of warm water and two drops of the Seahorse Plankton High Definition Facial Oil by Beauty Kitchen (we're going to it right away), but it doesn't matter if you mix it just with water or with water and something else. When applied it looks like walnut pesto (if you've never eaten it, you should fine a recipe and try to prepare it!), it has an even and really smooth texture (this is the second thing that impressed me after its fragrance): this mask seems semi-liquid velvet! It dries quite quickly and I remove it before it's totally dry (better for normal to dry skin types) – antioxidant coffee, purifying Moroccan lava a.k.a. ghassoul, corn starch (not so common in masks but a great choice because it absorbs sebum mildly and it probably helps in making the texture so velvety) and orange essential oil all work wonders for skin – as far as I have seen (I will tell you more when I'll have used the mask for a longer time). 
The Seahorse Plankton High Definition Facial Oil, I was saying...
Beauty Kitchen is another British brand (this time from charming Scotland – the vibrant Glasgow, more precisely) you may have easily heard of if you are a regular visitor of my Instragram feed and which I really appreciate. In a few days I'm going to post my review about the moisturizer of the same range of this oil and you will know more about them. In the meantime, I can tell you that they are an incredibly ethical brand with tons of excellent products that deserve to be on your bathroom shelves or on your night stand. 
This oil is rich in rare essential oils with great properties like angelica, magnolia, immortelle, bergamot, to name a few, plus seaweed extract and, the guest star, seahorse plankton extract (don't worry, no seahorses were starved or harmed – on the contrary, Beauty Kitchen helps them by donating part of the proceedings to an association that protects these stunning little creatures). It's a great oil that leaves skin more plump, more radiant and smoother and I love it alone and, as in this case, as an ingredient to be added to face masks/powder cleansers to make them more nourishing and even poweful.
After removing the OrangeCoffee Cleansing Mask plus Seahorse Plankton High Definition Facial Oil, I dried my face with a soft towel (I have a cute girly one with a lace border) and I went to the next step in this relaxing routine.
I took the little 10 ml tube of Instant Lifting Eye Contour by Bella Aura Skincare that I have been using for almost one month and a half now (and the same holds true for the other products you can find in the Essential Eergy Boosting Kit, which contains a sample size of all the products in the range) – and, believe me, I don't use products parsimoniously!
Bella Aura's products are designed to be multifunction and to prevent people from using tons of different products, an attitude that can be counterproductive: Yasmine, the stunning woman who created the brand, experienced skin conditions that wouldn't disappear with any treatment she tried, and she tried many, and in the end she decided to develop her own skincare range pursuing the concept that “less is more”.

This eye contour cream is no exception: it really works well both as a night cream and as a makeup base, so I have used it day and night. Like the other three emulsions in the range, it can be defined as a “serum in a cream” – I'd say that they look like a cream, they feel like a serum and they work as a combo of both but being lightweight as a serum. I'll definitely talk in detail about this product, and about the others by Bella Aura, in a separate article dedicated to them, but in the meanwhile I can tell you something that is immediately clear: this and the other products by this brand, with their characteristics, really help you reveal your Aura – starting from their frangrance, which is an explosion of bliss – I always say that if paradise should smell like something, neroli would probably be a good option!

I massaged the Instant Lifting Eye Contour on the eye area and then I dabbed the muslin cloth I had previously rinsed with warm water on my face, except on the eye area of course.
On my moist skin I massaged three drops of the Radiance Facial Oil by Mono. 
As I mentioned above, I won a giveaway hosted by Mono some months ago and the prize was this oil. It took a while before I could open it (because I had a lot of products to finish and lately I have tried not to open too many things at the same time) but it was worth waiting – and in a flash I will find myself thinking of this oil and singing off-key It must have been love, but it's over nooowww, it was all that I wanted, now I'm living without, and making Roxette blush – ok, now I'll stop this nonsense. Unlike the Sensitive Facial Oil, this oil contains some essential oils – soothing and uplifting neroli and sandalwood, toning geranium and revitalizing rosemary – even if their presence does not compromise its mildness.
It is packed with some precious vegetable oils and extracts that won't disappoint any skin type: camellia and moringa oil are antioxidant and glow inducing, squalene from olives has anti-aging properties, argan oil and rosehip CO2 extract are powerful antioxidant and they help heal skin, jojoba and grapeseed oils are lightweight but nourishing too. 

Commenti

  1. Mio Dio che meraviglia questo articolo. E la prima foto cattura lo sguardo in modo sorprendente. Anche io dovrei recuperare un po' di lentezza, mi pare di averla persa per la strada un sacco di tempo fa. Quel balsamo, poi, sembra una dolcissima coccola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, lo hai letto ancora prima che lo divulgassi!! 😍 grazie mille, mi fa davvero molto piacere che TI sia piaciuto. Comunque di herbfarmacy ti dovrò dire di più perché secondo me come balsami di emergenza per i disastri della pelle superano latte&luna!

      Elimina
  2. Ti chiamerò La signora degli Oli <3. Prodotti fantastici e bellissimo post. Ovviamente ora vorrei tutto. Il panno Poi quindi lo usi anche per struccarti ad esempio? e lo lavi dopo ogni utilizzo? vorrei saperne di più ecco, baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un meraviglioso epiteto. Già mi sfotto da sola dicendo che fino alla fine dovrò cibarmi degli oli cosmetici. 😂 il panno Pai l'ho usato raramente per struccarmi perché ho le spugne e perché è bianco e mi spiace! In realtà, viene pulitissimo con il sapone di Marsiglia (se lo macchio lo lavo subito così, altrimenti lo sciacquo e ogni sabato va in lavatrice - e dura da due anni). Io lo trovo proprio un acquisto furbo perché si comporta come uno scrub, ma non lo è. 😂

      Elimina
    2. devo averlooooooo! Sto aspettando il cofanetto di Biofficina+CosedellaNatura (è stato scelto come regalo perdonarotturafondotinta), non vedo l'ora di provare la spugna per lo struccaggio. Poi magari passo al panno....in queste cose sono ancora abbastanza indietro purtroppo. Ho osato solo la konjac usandola però su viso già struccato. Devo rimediare ;)

      Elimina
  3. Mono aveva già catturato la mia attenzione insieme a Bella Aura.
    Adesso ci si mette anche Herbfarmacy...non ne uscirò mai!
    Peccato non siano facilmente reperibili :| è una cosa che, personalmente, mi frena molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà, Herbfarmacy non si reperisce con difficoltà: la vendono sia Naturisimo che Love Lula (dunque niente dogana e consegna in circa una settimana)! 😁😁😁❤

      Elimina
  4. Robi, che splendido post! Mi piace molto leggere delle beauty routine altrui, tra l'altro :)
    Tornando al post, la lentezza è qualcosa di cui, fortunatamente, non mi privo mai. Pur non facendo chissa quali trattamenti, la sera, dopo la pratica yogica, mi faccio una doccia tiepida (tiepida pure in inverno, perché sai come sono fatta 😎) e poi un bel massaggio con l'olio di arnica, su schiena, polpacci e braccia, provati dalla giornata e soprattutto dalle mie lunghe camminate. Tutto questo con un sottofondo musicale variabile, ma sempre rilassante (ok, lo ammetto, a volte ballo pure :D). La lentezza è davvero alla base di tutto e fa assaporare le cose in modo diverso. Non ho provato nessuno dei prodotti di cui parli, ma mentre ti leggevo mi sono immaginata di starmene in campagna con un bel sottofondo di uccellini a tenermi compagnia e a spalmarmi olietti e creme varie 😍
    Ti abbraccio, vado a prepararmi alla serata relax ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, quelli vivono immersi nella natura, come vorremmo fare noi!! 😍😍 fai bene a procedere a questo rito perché ti fa senz'altro bene. Io la doccia amo farla una volta in meno ma con calma e lavarmi a pezzi quotidianamente, fare la doccia ogni giorno mi stresserebbe. Quale prodotto ti sembra più interessante di questi? Buona serata mia cara! 😘

      Elimina
  5. No va be' non si può..con tutta sta meraviglia come si fa?? Mi ci vuole la lista della spesa!!! Maschera terre verdi da prendere e anche quella non ancora uscita! Grazie cara ro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ero persa gli ultimi commenti qui!! 😂❤

      Elimina
  6. Che spettacolo questo inno alla lentezza! E quanti bei prodotti hai utilizzato...questo fine settimana mi hai fatto venire voglia di concedermi qualche ora di relax da dedicare ai miei trattamenti preferiti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Federica, perdonami se ti rispondo con così tanto ritardo, non avevo visto gli ultimi commenti tra cui il tuo! Sono contenta che anche tu ti sia delicata del tempo! ❤ è tempo di rifarlo: arriva un altro fine settimana!! 😍 buona notte!

      Elimina
  7. Bellissimo post, davvero. Condivido tutto ciò che hai detto.
    Vorrei seguirti ma non trovo il widget!
    A presto

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Ecobio e discount: prodotti viso e corpo Avenida

Buongiorno! 
Prima di parlare dei cosmetici Avenida, reperibili nei discount Penny Market, un piccolo excursus sul tema cosmetici ecobio e grande distribuzione!

Stop ai prodotti chimici per la tinta! Sì alle ERBE TINTORIE!

Buongiorno o buona sera a tutti/e, a seconda di quando leggerete! 
Andiamo dritti/e al sodo: le tinte tradizionali, non importa se dal parrucchiere o no, normalmente sono piene - anzi, che dico? - stracolme di ingredienti veramente nocivi e anche piuttosto pericolosi. A parte l'ammoniaca, che ormai in molte tinte non c'è, proprio perché molte case cosmetiche hanno rinunciato all'utilizzo di questo ingrediente, troviamo gli orrendi PEG (glicole polietilenico), formaldeide (cancerogena), parafenilendiammina,un potentissimo allergene, metalli pesanti (piombo, per esempio), parabeni e moltissimi altri che non vi sto qui ad elencare perché tanto sarebbero una lunga lista di strani nomi di cui, in realtà, vi basta sapere che sono nocivi. Ma davvero! Fate una cosa, al supermercato, prendete una tinta e cercate alcuni ingredienti sul Biodizionario, poi mi dite... Quiho trovato un articolo interessante che fa riferimento anche alla normativa europea.

Magia di lumaca in tubetto: crema contorno occhi di Naturaverde Bio / Snail Magic in a Tube: Naturaverde Bio's eye contour cream

*English version below*


“What kind of magic spell to use Slime and snails Or puppy dogs' tails Thunder or lightning”
(che incantesimo magico si può usare melma e lumache o code di cuccioli di cane tuono o lampo)
Labyrinth apparentemente aveva ragione: tra le altre cose, le lumache sono magiche! Se non sapete di cosa sto parlando → (amo Labyrinth!) Magic Dance ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~

A volte tratto male la mia pelle. Dopotutto, è assolutamente vero che lavare, scrubbare o usare troppo o per troppo tempo un determinato prodotto può far pagare un prezzo alla nostra pelle.