Passa ai contenuti principali

Recensione a quattro mani di un mutaforma: olio struccante anti-age di So' Bio Étic / Four-handed Review of a Shapeshifter: the Anti-aging Cleansing Oil by So' Bio Étic


*English Version below*

La scorsa estate, mentre mi aggiravo tra gli scaffali di un supermercato come un fantasma in pena, ho scovato delle novità in tema di cosmesi naturale che hanno immediatamente attirato la mia attenzione. Si è trattato di un flashback all'estate 2014, quando andai a trovare una mia amica in Belgio e poi andammo a Parigi per una breve gita: So' Bio Étic era lì di fronte a me, in un supermercato, proprio come se fosse una marca di cosmesi tradizionale!

Naturalmente in Francia è piuttosto facile tutte le linee del brand, dal momento che viene prodotto lì da Léa Nature, che produce anche altre marche ecobio, ma finora in Italia questa marca era senz'altro più comune nell'assortimento di una bioprofumeria, sebbene so che ci sono anche altri negozi che la vendono. Nella ma città, in ogni caso, non l'avevo mai trovata in un supermercato e, dunque, mi sono lasciata trasportare dall'entusiasmo!

Ero ancora più elettrizzata dal fatto che ci fosse anche la linea Mon Lait D'Anesse (il mio latte d'asina) – la mia linea preferita del brand (anche se purtroppo erano disponibili solo alcuni prodotti). Ahimé, tra i prodotti disponibili di Mon Lait D'Anesse non c'era nulla che mi servisse e quindi ho dato uno sguardo al resto, scoprendo che c'era un prodotto che non conoscevo: l'olio struccante anti-age della linea Précieux Argan (prezioso argan). Così l'ho preso (ad una ragazza serve sempre uno struccante, no?) – costa più o meno 10 € e penso che sia un buon prezzo quando si tratta di oli (che di solito durano più di altre tipologie di prodotto). Poi ho scoperto che anche la mia amica Anna - la creatrice dello spazio Acqua e Olio Bio Blog - lo aveva comprato e così, chiacchierando, abbiamo deciso di fare questa recensione a quattro mani. Vi invito a leggere il suo articolo (qui), per conoscere anche la sua opinione! Potete seguire Anna anche sul suo profilo Instagram e sulla sua pagina Facebook.

Non ho fatto caso all'inci perché i prodotti di So' Bio Étic di solito sono certificati Ecocert e io non ho allergie, né evito determinati ingredienti (tra quelli ammessi da Ecocert, intendo). Amo usare oli e balsami come struccanti, come forse saprete se mi seguite su Instagram, perché non tolgono alle pelle i suoi oli naturali e in generale gli oli vegetali puri o quelli che si trovano negli oli o nei balsami detergenti con più ingredienti sono simili al sebo e sono, dunque, amici della pelle. Quello che in inglese viene chiamato “oil cleansing” (detersione a base di olio) si basa sul principi che gli oli, essendo simili al sebo e allo sporco, sono in grado di rimuovere questi ultimi in modo migliore (N.B. Si può considerare il trucco come sporco). Di solito questi prodotti non contengono tensioattivi perché non è necessario: l'olio riesce a rimuovere ciò che normalmente i tensioattivi portano via con sé (quando vengono risciacquati).

Non appena sono tornata a casa ho scoperto che questo olio detergente è piuttosto, diciamo, un prodotto simile ad un olio, non un vero olio, dal momento che contiene anche acqua. Inoltre, c'è un tensioattivo (molto blando e delicato, chiamato sucrose laurate). Oltre alla glicerina e all'isopropyl palmitate (che deriva dall'olio di palma e ha eccellenti proprietà condizionanti), entrambi umettanti e protettivi per la pelle, l'olio contiene anche una piccola quantità di acido ialuronico, stimolante del collagene. So' Bio ha selezionato tre oli vegetali per questo prodotto:

olio di girasole – un olio piuttosto leggero che contiene una grande quantità di vitamina E, squalene e antiossidanti;
olio biologico di argan – un altro olio piuttosto leggero ricco di antiossidanti, perfetto per la pelle secca ma adatto anche alla pelle mista o alla pelle che presenta imperfezioni;
olio biologico di buriti – un olio leggero che si ottiene tramite la spremitura del frutto della palma moriche, che cresce in Amazzonia, presenta una grandissima quantità di carotenoidi (per questo ha un bel colore aranciato), è molto emolliente (contiene vitamina A ed E) e protegge la pelle dai danni del sole, è anche antinfiammatorio ed è altamente consigliato per la pelle spenta.

L'olio di buriti e l'olio di argan hanno un tocco piuttosto grasso, inoltre la glicerina dà spesso un tocco appiccicoso ai prodotti che la contengono e avevo, quindi, immaginato che quest'olio potesse essere piuttosto grasso e appiccicoso, ma in realtà ha una consistenza molto particolare che lo rende, appunto, un vero mutaforma! Sull'etichetta è specificato che questo prodotto ha una consistenza che cambia (gel – olio – latte) ed è esattamente ciò che succede quando lo si utilizza: quando lo si applica sul palmo della mano (attraverso il suo pratico dispenser) sembra un gel, mentre viene massaggiato sul viso si trasforma in un normalissimo olio (ma non uno di quegli oli spiacevolmente grassi) e poi, quando viene a contatto con l'acqua, diventa un latte per nulla denso. È, dunque, alquanto semplice rimuoverlo con l'aiuto di un panno in mussola o di una spugna di mare*.

L'ho usato anche per rimuovere gli swatch per uno dei prossimi articoli...




*[Come scegliere? I panni in mussola di solito sono più esfolianti e sono quindi perfetti per rimuovere oli e balsami senza lasciare tracce, inoltre gli oli ed i balsami si possono rimuovere facilmente dalla mussola lavandola, mentre le spugne di mare non amano gli oli (se entrano in contatto molto spesso con oli e sostanze grasse e non vengono poi lavate in modo appropriato rischiano di perdere rapidamente la propria forma e di rompersi) ed è quindi meglio usarle con altri tipi di detergenti (latte, gel o schiuma detergente) oppure usare un olio/balsamo e poi aggiungere un altro detergente per poi lavarlo via con la spugna. Ma quest'olio, come ho detto, non è un olio vero e proprio e, dunque, la scelta sta a voi. In ogni caso, lavate sempre la vostra spugna o il vostro panno in mussola dopo l'uso. Personalmente amo rimuovere questo olio con una piccola quantità del latte detergente che uso da quest'estate – sono una coppia perfetta perché la fragranza dolcissima del latte detergente diventa ancora più piacevole con il profumo dolce di questo olio – e quindi preferisco utilizzare la mia fidata spugna di mare Fine Dama Lavata di Cose della Natura.]

Non ho da segnalare nulla in particolare sui suoi effetti, se non che non secca la pelle (sebbene non la lasci unta o eccessivamente idratata), non brucia particolarmente se entra a contatto con gli occhi (solo le prime volte mi ha dato un po' fastidio, ma forse lo avevo massaggiato con troppa insistenza sulla zona). Strucca molto bene e molto rapidamente (non c'è quindi alcun bisogno di strofinare quando lo utilizzate) ed è efficace su diverse tipologie di trucco (dall'ombretto che va via anche solo se lo guardi, alla tinta labbra che a volte ti fa pensare che sarebbe stato meglio non metterla, tanto è difficile da togliere). Il profumo è dolciastro, mieloso (anche il gusto...) e non persiste sulla pelle.


***************** English Version*********************


Last summer, while I was haunting like a tormented ghost the shelves in a supermarket, I spotted some green skincare news, which immediately drew my attention. It was a throwback to the summer 2014 when I went to Belgium to visit a friend of mine and then we were off to Paris for a few days: So' Bio Étic was there in front of me, in a supermarket, just like as if it were a traditional cosmetic brand!

Of course in France it is quite easy to find all the ranges of this brand since it is produced there by Léa Nature, which also produces other green brands, but up to now in Italy it was definitely more common to find the brand in shops that sell green cosmetics, although I know there are other shops that sell it. In my city, by the way, I had never found it in a supermarket before so I was totally carried away by enthusiasm!

I was even more galvanized becuase the Mon Lait D'Anesse (my donkey milk) – my favorite range – was also available (even if not all the products in the range were there). Unfortunately among the products from the Mon Lait D'Anesse range I couldn't find anything I needed so I took a look at the other products to discover that there was a product I didn't know: the Anti-aging Cleansing Oil from the Précieux Argan (precious argan) range. So I picked it (a girl always needs a makeup remover, doesn't she?) – it costs more or less 10 € and I think it is quite good when it comes to oils (which usually last longer than other products). Later on I discovered that my friend Anna (also a natural cosmetics lover) - and the mind behind Acqua e Olio Bio Blog - had bought this. So, chatting about the product, we decided to write a twin review, so to say. I'd love if you would/could read Anna's article as well (it's in Italian!), you can find it here. If you please, you can also follow her on her Instagram profile to see her gorgeos pictures and on her Facebook page.

I didn't even mind reading the inci list, since So' Bio Étic's products are usually certified by Ecocert and I don't have allergies nor I avoid certain ingredients (among those allowed by Ecocert, I mean). I love using oils and balms as makeup removers, as you may know if you follow me on Instagram, because they don't trip skin of its natural oils and in general pure vegetable oils or those found in cleansing oils and balms are more sebum-like and are therefore skin-friendly. Oil cleansing is based on the principle that oils, being similar to sebum and dirt, can dissolve these better (N.B. makeup is to be considered dirt). They don't usually contain any surfactants because they don't really need them: oils are already able to dissolve what surfactants typically take away with them (when washed away).

As soon as I got home I discovered that this cleansing oil is rather, let's say, an oil-like product, not a real oil since it also contains water. Moreover it contains a surfactant (a very mild one called sucrose laurate). Besides glycerin and isopropyl palmitate (derived from palm oil, it has great skin-conditioning properties), which are both umectant and protective for the skin, there is also a small amount of hyaluronic acid, which stimulates collagen production. So' Bio chose three vegetable oils for this product:

suflower oil – quite lightweight, this oil contains a high amount of antioxidant vitamin E and squalene;
organic argan oil – another quite lightweight oil rich in antoxidants, which is perfect for dry skin but also suitable for combo skin or skin with breakouts;
organic buriti oil – a lightweight oil obtained from the fruit of the moriche palm tree in the Amazon, it features am incredibly high amount of carotenoids (hence its beautiful orange color), it is highly emollient (it contains vitamin A and E) and protecs skin from photo damage (damage trieggered by sun exposure), it also has anti-inflammatory properties and it is recommended for lackluster skin.

Buriti oil and argan oil feel quite greasy on skin, moreover glycerin usually gives emulsion a quite sticky touch so I had imagined this cleansing oil could be rather greasy and sticky too but its texture is really pecualir and makes it a true shapeshifter! On the label it is written that the product has a texture that changes (gel – oil – milk) and it is exactly what happens when using it: when applied to the palm of your hand (with its handy dispenser) it will feel like a gel, when massaged on the skin it will turn into a normal oil and will feel oily (but not in an unpleasant greasy way) and then, when it comes in contact with water, it will transform into a not at all dense milk. It is therefore quite easy to wash away with the aid of a muslin cloth or a sea sponge*.


I used it to remove some swatches for an upcoming article...




*[How to choose? Muslin cloths are usually more exfoliant and are therefore perfect to remove oils and balms without leaving any traces, moreover oils and balms can be easily washed away from muslin, while sea sponges don't love oils (if you they are often in contact with oils and are not washed properly after that they can quickly lose their shape and break into pieces) so it is better to use them with other kinds of cleansers (like cleansing milk, foams, gels and so on) or to use an oil/balm and then add wash it off with another cleanser. But this oil, as I said, is not a real oil and so it's up to you. It is better to wash your sponge or cloth anyway after using it. Personally I love to remove this cleansing oil with a tiny amount of the cleansing milk I've been using since this summer – they are a match made in heaven because the sweet, gourmand of the cleansing mik becomes even more pleasant with the sweet scent of this oil – and I therefore usually prefer my trusted Fine Silk sea sponge by Cose della Natura.]

I don't have anything in particular to say about its effects on my skin but that it does not dry skin (even if it does not leave it greasy or too moisturized either), it is not particularly irritating for the eyes (just the some times I had this tingling sensation but I had probably massages it on my eye area with too much pressure). It removes makeup really well and quickly (you don't really need to rub when you use it) and it is effective on different types of makeup products (both on those eyeshadosw that go away even if a feather touches them and on lip tints that are so resistant that they make you wish you had never worn them). It has a sweet, honey-like scent (the same is true for its taste...), which by the way does not linger on skin.

This brand is sold by many shops (also online) across Europe and I found it in a supermarket, but I guess that if you live outside Europe the safest way to try this product and more from this brand is buying from Ecco Verde. This is their international shop.



Commenti

  1. Bellissime foto! Sapevo che avreste scritto questa recensione a 4 mani e devo dire che mi avete incuriosito non poco.
    Baci.

    RispondiElimina
  2. WoW. Complimenti per il blog (l'ho trovato casualmente) e per le foto bellissime.
    Recensione spettacolare, mi ha incuriosito tantissimo questo prodotto!
    Se vi va di passare da me: http://opinionidivaniglia.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. Io adoro gli struccanti a base oleosa Ro, e questo non l'ho ancora provato. Appena termino quelli che ho a casa gli do una possibilità!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Ecobio e discount: prodotti viso e corpo Avenida

Buongiorno! 
Prima di parlare dei cosmetici Avenida, reperibili nei discount Penny Market, un piccolo excursus sul tema cosmetici ecobio e grande distribuzione!

Stop ai prodotti chimici per la tinta! Sì alle ERBE TINTORIE!

Buongiorno o buona sera a tutti/e, a seconda di quando leggerete! 
Andiamo dritti/e al sodo: le tinte tradizionali, non importa se dal parrucchiere o no, normalmente sono piene - anzi, che dico? - stracolme di ingredienti veramente nocivi e anche piuttosto pericolosi. A parte l'ammoniaca, che ormai in molte tinte non c'è, proprio perché molte case cosmetiche hanno rinunciato all'utilizzo di questo ingrediente, troviamo gli orrendi PEG (glicole polietilenico), formaldeide (cancerogena), parafenilendiammina,un potentissimo allergene, metalli pesanti (piombo, per esempio), parabeni e moltissimi altri che non vi sto qui ad elencare perché tanto sarebbero una lunga lista di strani nomi di cui, in realtà, vi basta sapere che sono nocivi. Ma davvero! Fate una cosa, al supermercato, prendete una tinta e cercate alcuni ingredienti sul Biodizionario, poi mi dite... Quiho trovato un articolo interessante che fa riferimento anche alla normativa europea.

OrangeCoffee Cleansing Mask (e non solo) di Terre Verdi: per luminosi bambini della luna.../OrangeCoffee Cleansing Mask (and more) by Terre Verdi: for glowing Moon children...

*English version below*

Alcuni mesi fa ho avuto la possibilità di provare Terre Verdi e anche di scegliere i prodotti che pensavo potessero fare al caso mio. Per questo sono molto grata ad Alessandra, la fondatrice di questo brand, e ad Habanero Angelica, che ha raccontato ad Alessandra di me e del mio blog.
Terre Verdi è un brand britannico di nascita, ma con un cuore siciliano. Sì, perché Alessandra è nata e cresciuta in Sicilia, sebbene si sia trasferita negli Stati Uniti quando era adolescente e si sia poi spostata a Londra, dove vive tuttora. Terre Verdi trae ispirazione dalle origini di Alessandra: la sua famiglia e la sua terra natia. Il nome e il logo del brand (lo stemma della famiglia di Alessandra) mettono in luce questa profonda connessione con le radici di Alessandra e la sua intenzione di condividerle con ogni cliente che sceglie Terre Verdi.

Nella maggior parte dei casi gli ingredienti utilizzati nei prodotti, tutti selezionati con attenzione da Alessandra, portano con sé…